Droni: un ordine esecutivo per regolare la privacy

DroniIl presidente Barack Obama prevede di emanare un ordine esecutivo per sviluppare delle linee guida per l’uso commerciale dei droni che operano nello spazio areo degli Stati Uniti.

L’ordine darebbe alla National Telecommunications and Information Administration, un ramo del Dipartimento del Commercio, il compito di sviluppare le linee guida. L’NTIA riunirà aziende e associazioni di consumatori per creare una serie di buone pratiche volontarie per i droni, veicoli arei senza equipaggio.

La FAA, che sta lavorando su un insieme di regole formali per consentire ai droni commerciali di operare nei cieli degli Stati Uniti, è stata criticata per non aver affrontato il problema delle immagini e dei dati che i droni sono in grado di raccogliere. Le associazioni dei consumatori e alcuni parlamentari sostengono che i droni potrebbero violare la privacy delle persone sbirciando nelle case e nei cortili.

Non è chiaro quando il presidente emetterà l’ordine. I funzionari della Casa Bianca hanno rifiutato di commentare, ma hanno confermato gli sforzi a livello governativo per coordinare la politica sulla questione.

“Non abbiamo alcun dettaglio da condividere in questo momento, ma c’è un processo tra agenzie in corso,” ha detto il portavoce della Casa Bianca Ned Price.

La FAA fa sapere che emetterà una regolamentazione sui piccoli droni per uso commerciale entro la fine dell’anno. Il Congresso ha fissato come scadenza settembre 2015, data entro cui l’agenzia dovrà integrare in modo sicuro i droni nello spazio areo della nazione, anche se un rapporto dell’ispettore generale dell’inizio di quest’anno ha messo in dubbio la capacità dell’agenzia di rispettare la scadenza.

Il processo presso l’NTIA non affronterà l’uso governativo dei droni, anche se più di una dozzina di Stati hanno posto dei limiti su come le forze dell’ordine possono utilizzarli, spesso richiedendo un mandato e la cancellazione dei dati dopo un certo periodo di tempo. Quest’anno, un certo numero di legislature statali hanno iniziato a considerare ulteriori normative volte a ridurre l’uso dei droni nel settore privato.

L’NTIA ha esperienza con problemi di privacy nel settore tecnologico. L’agenzia ha convocato riunioni per elaborare codici di condotta per le applicazioni mobili e ora sta facendo lo stesso per la tecnologia di riconoscimento facciale.

Precedente Cosa viene dopo per la NASA? Gli asteroidi! Successivo Come pianificare la più bella passeggiata attraverso una città